Blog

Termosifoni per riscaldare gli ambienti: guida alla scelta

Set 15, 2022

Con l’arrivo della fredda stagione nelle nostre case e nei nostri uffici si attivano gli impianti di riscaldamento. Chi ne è in possesso può ristorarsi con il calore di stufe e caminetti, ma sono assai frequenti anche caloriferi e termosifoni, installati sulle pareti dei nostri ambienti. Sono diversi i materiali con cui vengono realizzati, dalla ghisa all’acciaio, e si adattano a stili differenti: di seguito una breve guida alla scelta.

Termosifoni in ghisa, acciaio o alluminio: quali scegliere

Le nostre case e i nostri uffici sono ormai dotati di impianti di riscaldamento per ripararsi dalle rigide temperature della stagione fredda. Quelli che vanno per la maggiore sono i termosifoni: semplici da installare, pratici e poco ingombranti, si applicano alle pareti dei nostri ambienti e li ristorano con il calore che emanano. Esistono sul mercato differenti tipologie di termosifoni, che si differenziano principalmente per il loro materiale.

Vi sono i termosifoni in ghisa, uno dei materiali più frequenti e da sempre utilizzati per riscaldare le nostre case. Resistenti e massicci, sono piuttosto economici e hanno una caratteristica particolare nel metodo di riscaldamento. Essi infatti impiegano parecchio tempo prima di riscaldarsi e, di conseguenza, di riscaldare l’ambiente. Difetto che si trasforma in pregio quando invece decidiamo di spegnerli: il calore non si blocca immediatamente, ma si prolunga continuano dunque a riscaldare l’ambiente.

Altro materiale piuttosto resistente ma dalle linee più sottili e raffinate è l’acciaio. I termosifoni in acciaio, a differenza di quelli in ghisa, riscaldano e raffreddano in maniera immediata: un pregio poiché l’ambiente si riscalda istantaneamente, un difetto poiché, dopo il suo spegnimento, si raffredda subito. Hanno comunque il pregio di essere esteticamente eleganti, dunque adatti ad ambienti moderni e di design. Medesime caratteristiche per il termosifone in alluminio: riscalda e raffredda all’istante, gode di uno stile raffinato e contemporaneo ma, a differenza dell’acciaio, è decisamente più economico.

Come installare i termosifoni: la valutazione degli spazi e del volume da riscaldare

Numerosi materiali per altrettante alternative ed esigenze, non solo di riscaldamento più o meno repentino, ma anche estetiche. I termosifoni rappresentano sempre più un elemento centrale nelle nostre case e sono essenziali d’inverno per riscaldare le nostre stanze. Prima di installarli, però, è opportuno considerare anche le dimensioni dei nostri ambienti e il volume di spazio che necessita di essere riscaldato. 

Misuriamo dunque le aree della nostra cucina, della sala, delle camere da letto. E a seguire valutiamo su quale parete il termosifone andrà installato, in base anche allo spazio disponibile e affinché non ingombri eccessivamente la stanza. Affidiamoci poi alle competenze tecniche dell’installatore, che dovrà operare direttamente sulla parete per posizionare il termosifone e collegarlo all’impianto di riscaldamento. 

Chi in casa dispone di stufe e caminetti può rigenerarsi con la potenza del loro calore. Tuttavia, se si desidera riscaldare le stanze solo per qualche ora e non si vuole accendere la stufa, il termosifone è l’ideale. Per l’installazione degli impianti di riscaldamento, o più in generale per opere di ristrutturazione, l’impresa edile SR Color è sempre a disposizione dei suoi clienti: affidarsi a loro è una scelta sempre vincente.

×

Powered by WhatsApp Chat

×